Ultime Notizie

28 novembre 2022

Ancora sul Lupo… e sulla tragedia dell’Isola d’Ischia Commentata dal geologo Mario Tozzi

Che strano naturalismo stiamo vivendo. Un tempo si segnalavano, scoprivano e/o riscoprivano specie di fauna nuove o credute sparite quando non estinte. Oggi ormai è divenuto quasi un metodo liberare animali spariti e/o estinti o  e poi, di fatto, “fingere” di scoprirli! Gli esempi sono ormai tanti, specie nel nostro paese, dal lupo alla lince al castoro europeo. Il tutto ebbe inizio con le prime linci liberate nel Parco Nazionale d’Abruzzo e poi, con enfasi, fatto credere a tutti che se ne era riscoperta la presenza (neanche la lince fosse un minuscolo coleottero!). E c’è gente, naturalisti e zoologici che […]
20 novembre 2022

Daini, Lupi ed Orsi: sempre gli stessi problemi irrisolti!

Prosegue la polemica sui daini della Pineta di Ravenna; una vera e propria piaga per l’ambiente e per tutti i problemi indiretti che la loro presenza crea. A battersi per quest’iniziativa è la guida naturalistica locale Menotti Passerella. L’AIW condivide in toto la sua posizione, sul fatto che i daini vanno eradicati, quale che sia il metodo, compreso quello di ucciderli a fucilate come è stata già fatto in gran parte per quelli presenti nel poco lontano Bosco della Mesola (e come negli USA avviene regolarmente in molti Parchi Nazionali – diconsi, Parchi Nazionali! – dove per tutelare rare specie […]
17 novembre 2022

Ambientalismo: ragionevolezza versus ipocrisia!

Come nel commercio, quando un fatto o una cosa diventano di moda, tutti che ne parlano e scrivono: cavalcare l’onda della notizia! Ora, col problema del surriscaldamento globale, lo scioglimento dei ghiacciai è divenuto uno di questi argomenti di moda. E allora ecco la scoperta dell’acqua calda, ovvero che i ghiacciai si “sciolgono”. Perché è questo che la gente capisce, ovvero che prima non si scioglievano. E invece, no, i ghiaccia si sono sempre sciolti e si sono sempre ridotti, almeno fin da quando è iniziato il processo del loro ritiro, ovvero, migliaia di anni fa. La diversità è che […]
19 ottobre 2022

Riflessioni di conservazionista amante degli animali, ma non animalista

Basta, non se ne può più degli allarmismi del WWF sulla sparizione delle specie animali! Ci siamo fatti vecchi e i proclami sono sempre gli stessi, ma il grave è che non è la verità. La verità è che sono spariti gli spazi selvaggi in cui le specie sopravvissute fino agli anni 60/70 del secolo scorso (da allora non è nota l’estinzione di alcuna specie veramente degna di essere tale, al massino qualche sottospecie, ed anche discutibilmente) sopravvivevano. Eppure dobbiamo ancora leggere dal solito animalista teorico ed anticaccia Mario Tozzi, gran cassa dei proclami del WWF, che “Distruzione degli habitat […]
12 settembre 2022

100 anni di Parco Nazionale d’Abruzzo!

100 anni di battaglie per salvarne le montagne e le foreste, spesso perdendole, avendo come nemica la popolazione locale vogliosa di comprensibile sviluppo. 100 anni di impegni per salvare l’Orso marsicano, sebbe ormai spinto sia (verso l’estinzione?) verso altri lidi: con dichiarata soddisfazione dello stesso Parco!   Oggi al 100° anno di celebrazione, si sono fatti portavoce della sua difesa non gli ambientalisti di sempre, ma gente della popolazione locale costretta a battersi contro il Parco per salvare una propria foresta! Qualcosa sta cambiando! Un evento storico, mai successo in nessuno degli ormai tanti Parchi Nazionali d’Italia, dove gli abitanti […]
21 agosto 2022

Combattere i cambiamenti climatici… o solo fare affari?

Si apprende con soddisfazione di come in America l’amministrazione Biden abbia dimostrato ancora una volta la concretezza con cui in quel Paese si giunge alla conservazione di ampi territori selvaggi, e di come si sia riconosciuto quello che in Europa ed in Italia si stenta a fare; ovvero, che per combattere la CO2 non è tanto importante piantare nuovi alberi (da noi molto in auge per il giro di milioni di Euro che stanno dietro a queste operazioni di rimboschimento!) quanto a salvare le foreste mature. Cosa che però impedisce il loro sfruttamento, e quindi si capisce perché in Europa […]
16 agosto 2022

AMBIENTALISMO FERRAGOSTANO

Qualcuno si chiederà perché l’AIW non sia intervenuta sulla storia del povero Beluga morto nella Senna, una classica storia  disneyanamente animalista (il che vuole dire, di totale ignoranza della specie, sue caratteristiche e ragioni da “grande cerchio della vita”, per cui spiegarlo agli animalisti sarebbe come parlare loro in arabo; anche se ovviamente i media ci vanno a nozze!). Ha commentato invece bene la storia Marco Bruzziolo (giornalista in pensione della RAI – Friuli), intervenendo sui social. Pubblichiamo e sottoscriviamo: «La frenesia animalista e soprattutto l’incapacità degli umani “di città” di accettare un evento naturale, ineluttabile e addirittura necessario come […]
5 agosto 2022

Scomode verità, per difendere la Natura

Alle solite il Parco Nazionale d’Abruzzo non ne fa mai una buona. E se e quando la fa, non la fa mai completa, e serve perlopiù solo ad evitare critiche e, gattopardescamente, a lasciare tutto come prima! Prendiamo il provvedimento di “chiusura” (si fa per dire!) dei sentieri nella zona del Ramno quando le bacche di questo cespuglio maturano ed attirano gli orsi. Una chiusura che l’AIW e Franco Zunino da cinquant’anni chiedono di fare, ma TOTALMENTE, almeno nel periodo critico (come nel Montana, USA, ogni anno fanno i nativi per garantire la quiete necessaria al Grizzly in un’Area Wilderness […]
1 agosto 2022

Ancora e sempre l’animalismo anticaccia versus la preservazione della Biodiversità naturale!

La visione animalista, ovvero il rispetto degli animali, è una cosa sacrosanta, giusta, apprezzabile e condivisibile, se non fosse che… sono spesso gli stessi animalisti a renderla irritante quando la trasformano in un dogma quasi religioso; un dogma che se dovesse mai estendersi al potere politico, porterebbero alla rovina della Società, ovvero all’unica conclusione che, su questo pianeta, in nome del rispetto della vita animale l’uomo deve sparire (come se l’uomo non ne facesse parte, della vita!); e ciò, forti, gli animalisti, dell’arroganza della specie uomo!La stessa arroganza delle varie religioni monoteistiche! Prendiamo quanto si legge in un recente pezzo […]
18 luglio 2022

Bibliografia Wilderness

È in diffusione il libro collegiale tra vari autori (una ventina di firme autorevoli del mondo ambientalista e protezionista), relativo a vari problemi sulla biodiversità in Italia e sua conservazione, intitolato Piccolo Libro Bianco (Storie di biodiversità, naturalisti e transizioni ecologiche. Il libro scaturisce da un’iniziale idea del Prof. Renato Massa (già docente di Biologia dell’Università di Milano) sotto l’egida del “Manifesto di Napoli” sulla stessa tematica, stilato e sottoscritto da alcuni dei suddetti membri del mondo ambientalista, e poi portato avanti con la collaborazione del Prof. Corradino Guacci, dell’università di Campobasso e dell’Associazione Italiana per la Storia della Fauna […]
23 giugno 2022

Appello per il 5xMille alla Wilderness-AIW

APPELLO per il 5xMille: Sottoscrivi a favore dell’AIW ed inoltra ai tuoi indirizzi e-mail e Social! Grazie. Se ami la natura selvaggia, la fauna, la flora, i paesaggi integri, il mondo rurale in tutte le sue sfaccettature; se la Natura per te è un mondo da rispettare e conservare con saggezza e ragionevolezza, con rispetto dei diritti di TUTTI, compresi quelli della Natura, sostieni l’AIW “donandole” il tuo 5xMille. Una donazione che non costa nulla! Ricordalo anche a conoscenti, amici e parenti. L’entrata del 5xMille è la maggiore risorsa finanziaria che permette all’AIW di proseguire nei suoi impegni. Non è […]
7 giugno 2022

Sul Lupo in Italia: metodi e credenze, raramente verità!

Comunicato Wilderness – AIW Sul Lupo in Italia – metodi e credenze, raramente verità!     Negli USA si sta parlando sempre più spesso di una reintroduzione del lupo negli Stati del Nord-Est da dove si è estinto circa 100 anni fa. Interessante il fatto che, al contrario che in Italia, anche quest’operazione, come già le altre (Yellowstone e Idaho) non vengono mai fatte con colpi di mano all’insaputa di tutti, ma coinvolgendo la gente che ne subirà la presenza. Ecco cosa si può leggere in un saggio in merito apparso nella rivista Oryx della Fauna & Flora International, dal titolo […]
30 maggio 2022

ELISA PERRONE – Nasce la Pagina Instagram @WildernessItalia

Sono Felice di comunicarvi che sono stata eletta nel consiglio direttivo nazionale dell’associazione Wilderness; Una delle pochissime associazioni ambientaliste, che non solo non è contraria alla caccia, ma che ne difende anche il diritto. Sono stata anche incaricata di creare e di seguire la pagina Instagram dell’associazione ( @wilderness.Italia ) Mi farebbe molto piacere avere il vostro supporto. Condividerò con tutti voi, lo spirito e i progetti che ci saranno in questo nuovo percorso. Ringrazio Franco Zunino, segretario generale AIW, e voi per la fiducia e la stima nei miei confronti. A presto Elisa Wilderness Italia https://instagram.com/wilderness.italia?igshid=YmMyMTA2M2Y=
7 maggio 2022

Area Wilderness Eugenio Niccolini

Protetto un angolo selvaggio di ciò che resta dell’antica Maremma toscana!   Della nostra vecchia Maremma è rimasto integro e selvaggio un lembo di terra ricompreso fra Castiglione della Pescaia e Pian d’Alma, che dal nucleo montagnoso di Poggio Peroni si protende verso il mare Tirreno, nel famoso promontorio conosciuto come Punta Ala. Si tratta di un’area “protetta” con vincoli imposti da vari Enti (Stato italiano, Unione Europea e Regione Toscana) intesi a salvaguardarne il  suo raro paesaggio ed il fragile ecosistema. Vincoli imposti dalle pubbliche autorità, ma spesso calpestati dalla logica dell’interesse opportunistico. Su una porzione di quest’area oggi […]
27 aprile 2022

LUPO – Ancora e sempre verità tenute nascoste, mistificazioni e disinformazioni!

Sul Lupo nelle Alpi. Se gli esperti sono tali come tutti giustamente riteniamo quando si presentano o vengono presentati come tali, non sarebbe opportuno che non si contraddicessero mai? Altrimenti i dubbi restano, specie quando dibattono su fatti discussi e/o discutibili. Ora, da anni è divenuto notorio che nelle Alpi è presente un miscuglio fenotipico indecifrabile di “lupi”, che però i suddetti esperti ritengono siano tutti appartenenti alla popolazione centro-appenninica che, essendosi accresciuta, sarebbe arrivata ad occupare la catena alpina (lo hanno dimostrato con giochini cartografici, poi divenuti verità assoluta – ma mai dimostrata con inoppugnabili dati alla mano: vero […]