Le Aree Wilderness














DICHIARAZIONE DEI REDDITI
 
IL 5 PER MILLE ALLE ONLUS
 
Ricordati dell'Associazione Italiana per la Wilderness!
 
Tutti gli anni la Finanziaria dà la possibilità di autorizzare il prelievo del 5 per mille dei redditi d’imposta (IRPEF) da devolvere direttamente alle ONLUS.
Ci permettiamo di ricordarti che l'Associazione Italiana per la Wilderness è inserita tra quelle che possono godere di questo beneficio. L’Associazione si batte per difendere gli ultimi lembi di Natura selvaggia del nostro Paese e, pur non ricevendo alcun contributo dallo Stato, è riuscita ad ottenere la designazione di 66 Aree Wilderness per oltre 40.000 ettari in 9 Regioni italiane, nonché 25 tra zone e monumenti naturali per altri oltre 12.000 ettari. 
Nei vari Modelli per la dichiarazione dei redditi (730, UNICO o CUD), è importante che negli appositi riquadri per la scelta della destinazione del 5 per mille dell'IRPEF tu scelga quello relativo alle ONLUS, dove dovrai: 1) apporre la tua firma per l’assenso al prelievo; 2) precisare il codice fiscale dell'Associazione
 
RICORDA, quindi!
 
FIRMA 
 
ed inserisci 
 

 il Codice Fiscale dell’AIW: 90003070662 

 
(N.B. Il 5 per mille non sostituisce l'8 x 1000 da destinare alla Chiesa o allo Stato, ma è una scelta aggiuntiva senza che incida in alcun modo né sull'8 x 1000 né sul prelievo dal tuo reddito)
 
Ti preghiamo anche di diffondere questo messaggio informando ditte, società, amici, parenti e conoscenti, affinché sottoscrivano l’apposita parte nella loro dichiarazione dei redditi.
 
 E’ un modo assolutamente privo di costi, ma concreto,
per sostenere l’Associazione Italiana per la Wilderness.
 
SAPPI CHE GRAN PARTE DI QUANTO CI VIENE ANNUALMENTE DEVOLUTO
L’AIW LO UTILIZZA PER ACQUISTARE TERRENI BOSCHIVI
DA PRESERVARE PER SEMPRE SELVAGGI.
 
NON PERDERE QUEST’OPPORTUNITÀ DI AIUTARCI!




NOTIZIE DAL MONDO AIW


7 maggio 2022

Area Wilderness Eugenio Niccolini

Protetto un angolo selvaggio di ciò che resta dell’antica Maremma toscana!   Della nostra vecchia Maremma è rimasto integro e selvaggio un lembo di terra ricompreso fra Castiglione della Pescaia e Pian d’Alma, che dal nucleo montagnoso di Poggio Peroni si protende verso il mare Tirreno, nel famoso promontorio conosciuto come Punta Ala. Si tratta di un’area “protetta” con vincoli imposti da vari Enti (Stato italiano, Unione Europea e Regione Toscana) intesi a salvaguardarne il  suo raro paesaggio ed il fragile ecosistema. Vincoli imposti dalle pubbliche autorità, ma spesso calpestati dalla logica dell’interesse opportunistico. Su una porzione di quest’area oggi […]
27 aprile 2022

LUPO – Ancora e sempre verità tenute nascoste, mistificazioni e disinformazioni!

Sul Lupo nelle Alpi. Se gli esperti sono tali come tutti giustamente riteniamo quando si presentano o vengono presentati come tali, non sarebbe opportuno che non si contraddicessero mai? Altrimenti i dubbi restano, specie quando dibattono su fatti discussi e/o discutibili. Ora, da anni è divenuto notorio che nelle Alpi è presente un miscuglio fenotipico indecifrabile di “lupi”, che però i suddetti esperti ritengono siano tutti appartenenti alla popolazione centro-appenninica che, essendosi accresciuta, sarebbe arrivata ad occupare la catena alpina (lo hanno dimostrato con giochini cartografici, poi divenuti verità assoluta – ma mai dimostrata con inoppugnabili dati alla mano: vero […]
24 aprile 2022

Lazio: ambiental-animalisti, per favore lasciate in pace “Il Tracciolino”!

Prosegue da decenni, nel Lazio, la battaglia non tanto per salvare o proteggere il cosiddetto “Tracciolino”, ovvero, la gola del Fiume Melfa che, discendendo dalle montagne del Parco Nazionale d’Abruzzo dove ha le sorgenti, dopo aver attraversato una parte della pianura della Val Comino, si precipita lungo una spettacolare gola dallo stesso scavata nei millenni, lambendo il massiccio del Monte Caira del quale, naturalisticamente e morfologicamente fa parte integrante, quanto per farne il solito, inutile, costoso, burocratico Parco Regionale! Anche quest’anno la battaglia è ripresa, utilizzando come scusante il blocco totale che le autorità hanno posto alla strada provinciale che […]
25 marzo 2022

Lupo appenninico e Orso marsicano: Riflessioni di un conservazionista

Nel Cilento, sulla superstrada che da Battipaglia porta ad Agropoli, nei giorni scorsi è stato investito ed ucciso un esemplare di Lupo. Si tratta di un lupo dalla cui livrea si può notare, come in pochi casi, la distinta diversità della sottospecie meridionale o Canis lupus italicus; un animale adulto e bellissimo proprio del fenotipo italiano, che fa a pugni con le tante fotografie di lupi che ci provengono dal Nord Italia (ma negli ultimi anni anche dal Centro). Eppure c’è ancora chi vuole credere che i lupi oggi presenti in varie parti delle Alpi siano uguali a quelli che […]
24 marzo 2022

Abruzzo: l’orso marsicano Juan Carrito… presto libero?

Ecco l’effetto dei super-poteri posseduti dagli “esperti”, italiani e canadesi: dopo solo meno di venti giorni di cattività durante i quali lo hanno alimentato con «cibo sano ed il personale del Parco ha cercato di dissuaderlo dal pensiero dei rifiuti dei cassonetti», Juan Carrito sarà riportato in montagna. Ovverosia, gli hanno insegnato a tornare a mangiare solo i “frutti di bosco”; quei frutti che i sudetti esperti (specie gli italiani!) pretenderebbero che TUTTI gli orsi marsicani rimasti dovrebbero ritornare ad imparare a cibarsi, anziché andare alla ricerca di pecore, mais e carote, nonché conigliere e pollai, per non dire dei […]

Gli Album