Le Aree Wilderness














DICHIARAZIONE DEI REDDITI
 
IL 5 PER MILLE ALLE ONLUS
 
Ricordati dell'Associazione Italiana per la Wilderness!
 
Tutti gli anni la Finanziaria dà la possibilità di autorizzare il prelievo del 5 per mille dei redditi d’imposta (IRPEF) da devolvere direttamente alle ONLUS.
Ci permettiamo di ricordarti che l'Associazione Italiana per la Wilderness è inserita tra quelle che possono godere di questo beneficio. L’Associazione si batte per difendere gli ultimi lembi di Natura selvaggia del nostro Paese e, pur non ricevendo alcun contributo dallo Stato, è riuscita ad ottenere la designazione di 66 Aree Wilderness per oltre 40.000 ettari in 9 Regioni italiane, nonché 25 tra zone e monumenti naturali per altri oltre 12.000 ettari. 
Nei vari Modelli per la dichiarazione dei redditi (730, UNICO o CUD), è importante che negli appositi riquadri per la scelta della destinazione del 5 per mille dell'IRPEF tu scelga quello relativo alle ONLUS, dove dovrai: 1) apporre la tua firma per l’assenso al prelievo; 2) precisare il codice fiscale dell'Associazione
 
RICORDA, quindi!
 
FIRMA 
 
ed inserisci 
 

 il Codice Fiscale dell’AIW: 90003070662 

 
(N.B. Il 5 per mille non sostituisce l'8 x 1000 da destinare alla Chiesa o allo Stato, ma è una scelta aggiuntiva senza che incida in alcun modo né sull'8 x 1000 né sul prelievo dal tuo reddito)
 
Ti preghiamo anche di diffondere questo messaggio informando ditte, società, amici, parenti e conoscenti, affinché sottoscrivano l’apposita parte nella loro dichiarazione dei redditi.
 
 E’ un modo assolutamente privo di costi, ma concreto,
per sostenere l’Associazione Italiana per la Wilderness.
 
SAPPI CHE GRAN PARTE DI QUANTO CI VIENE ANNUALMENTE DEVOLUTO
L’AIW LO UTILIZZA PER ACQUISTARE TERRENI BOSCHIVI
DA PRESERVARE PER SEMPRE SELVAGGI.
 
NON PERDERE QUEST’OPPORTUNITÀ DI AIUTARCI!




NOTIZIE DAL MONDO AIW


12 settembre 2022

100 anni di Parco Nazionale d’Abruzzo!

100 anni di battaglie per salvarne le montagne e le foreste, spesso perdendole, avendo come nemica la popolazione locale vogliosa di comprensibile sviluppo. 100 anni di impegni per salvare l’Orso marsicano, sebbe ormai spinto sia (verso l’estinzione?) verso altri lidi: con dichiarata soddisfazione dello stesso Parco!   Oggi al 100° anno di celebrazione, si sono fatti portavoce della sua difesa non gli ambientalisti di sempre, ma gente della popolazione locale costretta a battersi contro il Parco per salvare una propria foresta! Qualcosa sta cambiando! Un evento storico, mai successo in nessuno degli ormai tanti Parchi Nazionali d’Italia, dove gli abitanti […]
21 agosto 2022

Combattere i cambiamenti climatici… o solo fare affari?

Si apprende con soddisfazione di come in America l’amministrazione Biden abbia dimostrato ancora una volta la concretezza con cui in quel Paese si giunge alla conservazione di ampi territori selvaggi, e di come si sia riconosciuto quello che in Europa ed in Italia si stenta a fare; ovvero, che per combattere la CO2 non è tanto importante piantare nuovi alberi (da noi molto in auge per il giro di milioni di Euro che stanno dietro a queste operazioni di rimboschimento!) quanto a salvare le foreste mature. Cosa che però impedisce il loro sfruttamento, e quindi si capisce perché in Europa […]
16 agosto 2022

AMBIENTALISMO FERRAGOSTANO

Qualcuno si chiederà perché l’AIW non sia intervenuta sulla storia del povero Beluga morto nella Senna, una classica storia  disneyanamente animalista (il che vuole dire, di totale ignoranza della specie, sue caratteristiche e ragioni da “grande cerchio della vita”, per cui spiegarlo agli animalisti sarebbe come parlare loro in arabo; anche se ovviamente i media ci vanno a nozze!). Ha commentato invece bene la storia Marco Bruzziolo (giornalista in pensione della RAI – Friuli), intervenendo sui social. Pubblichiamo e sottoscriviamo: «La frenesia animalista e soprattutto l’incapacità degli umani “di città” di accettare un evento naturale, ineluttabile e addirittura necessario come […]
5 agosto 2022

Scomode verità, per difendere la Natura

Alle solite il Parco Nazionale d’Abruzzo non ne fa mai una buona. E se e quando la fa, non la fa mai completa, e serve perlopiù solo ad evitare critiche e, gattopardescamente, a lasciare tutto come prima! Prendiamo il provvedimento di “chiusura” (si fa per dire!) dei sentieri nella zona del Ramno quando le bacche di questo cespuglio maturano ed attirano gli orsi. Una chiusura che l’AIW e Franco Zunino da cinquant’anni chiedono di fare, ma TOTALMENTE, almeno nel periodo critico (come nel Montana, USA, ogni anno fanno i nativi per garantire la quiete necessaria al Grizzly in un’Area Wilderness […]
1 agosto 2022

Ancora e sempre l’animalismo anticaccia versus la preservazione della Biodiversità naturale!

La visione animalista, ovvero il rispetto degli animali, è una cosa sacrosanta, giusta, apprezzabile e condivisibile, se non fosse che… sono spesso gli stessi animalisti a renderla irritante quando la trasformano in un dogma quasi religioso; un dogma che se dovesse mai estendersi al potere politico, porterebbero alla rovina della Società, ovvero all’unica conclusione che, su questo pianeta, in nome del rispetto della vita animale l’uomo deve sparire (come se l’uomo non ne facesse parte, della vita!); e ciò, forti, gli animalisti, dell’arroganza della specie uomo!La stessa arroganza delle varie religioni monoteistiche! Prendiamo quanto si legge in un recente pezzo […]

Gli Album