Sahifa fully responsive WordPress News, Magazine, Newspaper, and blog ThemeForest one of the most versatile website themes in the world.

L’Area Wilderness Monte Flagjel. A sinistra, evidenziata in verde, l’Area Wilderness. Conte G. Ceconi.

ORGANISMO:

Giunta Regionale del Friuli Venezia Giulia;

LOCALIZZAZIONE:

Comune di VITO D'ASIO (Pordenone)

ANNO:2007
ESTENSIONE:226,9 ettari 
ZONE TUTELA:1 Zona di Tutela Ambientale interna di 226,5 ettari
REFERENTE:Servizio Gestione Forestale - Tel. 0432.555892
LINK:www.regione.fvg.it
Effetti del gelo lungo il Rio del Lat. Foto Claudio Bassi
Il Monte Flagjel visto dai boschi dell’Area Wilderness Conte G. Ceconi.

L’Area Wilderness è ubicata sul versante sinistro della media Valle D’Arzino, nelle Prealpi Carniche. Culmina nel Monte Flagjel (1.467 m slm) e racchiude il bacino vallivo del Rio del Lat e Rio Andris, estremamente impervio e rupestre. Per la inacessibilità del vallone, i suoi boschi, prevalentemente formati da Pino silvestre, Pino nero, Abete rosso e Faggio, non hanno mai subito tagli significativi e conservano quindi aspetti vicini al loro stato originario. Floristicamente sono presenti numerose specie interessanti e/o rare. Faunisticamente vi si riscontrano quasi tutti gli ungulati alpini: Camoscio, Cervo e Capriolo. Altre specie presenti sono la Martora, il Tasso e la Lepre alpina. Tra gli uccelli meritano citazione l’Aquila reale, il Gufo reale, la Civetta nana, la Civetta capogrosso, il Picchio nero, il Picchio cenerino, il Picchio tridattilo, il Gallo cedrone, il Gallo forcello, il Francolino di monte, la Pernice bianca e la Coturnice alpina. Va segnalato infine un sito di nidificazione del Grifone, conseguente all’espansione della comunità reintrodotta nel non lontano centro di ripopolamento di Cornino.

NOTE:

L’Area Wilderness fa parte della Foresta Regionale di Conte Ceconi, la cui parte non così designata è comunque sottoposta a una gestione selvicolturale di stampo naturalistico e sostenibile, certificata secondo il sistema internazionale del P.E.F.C. (Programma per la Registrazione di schemi di Foreste Certificate).

Il merito di questa e delle altre Aree Wilderness friulane va dato al Dott. Emilio Gottardo, Direttore del Servizio Gestione Forestale della Regione Friuli Venezia Giulia, il quale, dopo aver appreso delle finalità di queste Aree e contattato l’Associazione Italiana per la Wilderness, ne ha propugnato e caldeggiato la designazione nell’ambito delle foreste di proprietà regionale.