Sahifa fully responsive WordPress News, Magazine, Newspaper, and blog ThemeForest one of the most versatile website themes in the world.

Addenda – Area Wilderness
Le Mainarde (MONTE CAVALLO)

L’Area Wilderness Le Mainarde. Evidenziata in rosso il settore di S. Biagio Saracinisco. Evidenziato in verde il settore di Vallerotonda. In basso, in giallo, la parte settentrionale dell’Area Wilderness Gola del Fiume Rapido. In azzurro, i limiti meridionali del Parco Nazionale d’Abruzzo.

ORGANISMO:

Comune di S. Biagio Saracinisco;

LOCALIZZAZIONE:

Comune di SAN BIAGIO SARACINISCO (FR);

ANNO: 2010
ESTENSIONE:

1480 ettari

ZONE TUTELA:

2 Zone di Tutela Ambientali interne per un totale di circa 1.050 ettari (zone ancora da definirsi)

REFERENTE: 
LINK:  

L’Area Wilderness comprende l’estrema parte meridionale di quella che può ritenersi la seconda grande area unitaria del Parco Nazionale d’Abruzzo, estesa su tutta la lunga catena, e le valli laterali, che dai monti Amaro e Petroso a nord giunge a sud ai monti de La Meta e le Mainarde: un integro complesso selvaggio di oltre 10.000 ettari che oggi ha il suo primo abbozzo di Area Wilderness ne Le Mainarde. Nell’Area Wilderness ricadono i bacini delle Valli Monacesca e Venafrana; la prima, priva di acque perenni e ricadente bel bacino imbrifero del Fiume Melfa e quindi del Liri Garigliano, praticamente per l’intierezza del bacino; la seconda, che più a valle è percorsa dall’impetuoso Rio Chiaro, affluente dell’alto bacino del Fiume Volturno, ne comprende la parte alta del bacino. La Valle Monacesca in particolare rappresenta un raro esempio di “valle pensile” di antica origine glaciale. Sono quindi comprese nell’Area Wilderness le imponenti cime del Monte Forcellone (2030 m slm) e del Monte Cavallo (2.039 m slm), ma anche le pendici occidentali e meridionali del Monte Mare (2.020 m slm) e della Catenella delle Mainarde. Faunisticamente questa zona rappresenta una importante habitat sia per l’Orso bruno, sia per il Camoscio d’Abruzzo che per la Coturnice appenninica. E’ interessante dal punto di vista botanico per la presenza di una grande varietà di specie che vanno dai limiti più bassi delle montagne con boschi miste di querce a quelli alti della faggeta; tra l’altro spiccano alcuni popolamenti di Ramno (Rhamnus alpina), le cui bacche sono particolarmente appetite dall’Orso.

 

NOTE:

L’Area Wilderness, il cui settore di S. Biagio Saracinisco è denominato Monte Cavallo, ricade in parte nel Parco Nazionale d’Abruzzo ed in parte nell’ambito dell’Azienda Faunistico-Venatoria di Vallerotonda della quale 220 ettari ne costituiscono il “Riservino” od Oasi Faunistica chiusa alla caccia. L’ampliamento dell’Area Wilderness Le Mainarde si deve al Sindaco Dott. Dario Iaconelli, ma anche al Tecnico comunale -------- Rossi ed ai buoni auspici col Sindaco del Dott. Germano Tomei Presidente dell’AIW. ed è stato voluto quale contributo del Comune di S. Biagio Saracinisco all’Anno Internazionale della Biodiversità indetto dall’ONU per il 2010. S. Biagio Saracinisco ha deliberato il suo ampliamento quale contributo del Comune all’Anno Internazionale della Biodiversità indetto dall’ONU per il 2010.