Oggetto: 
SCHIZOFRENIA DI AMMINISTRATORI 

Le contraddizioni ambientaliste di Cairo Montenotte

Ancora un intervento contro il Comune di Cairo Montenotte, che dopo aver abrogato le due Aree Wilderness comunali per darle in pasto ad una cooperativa boschiva, aver sostenuto per voce del suo assessore all’ambiente che Cairo Montenotte è “una città che punta su un miglioramento continuo della qualità della vita, dell’ambiente e del paesaggio, deve necessariamente dotarsi di norme dalle maglie più strette”, aver autorizzato pale eoliche ed un resort nei pressi della Riserva Regionale dell’Adelasia, ha proposto un Parco Regionale per la Piana di Rocchetta (per la cui difesa anni fa anche l’AIW prese posizione contro l’idea di farne un inter-porto per Savona); ovvero ha svincolato terreni pubblici per richiedere vincoli su quelli privati! Schizzofrenia pseudo ambientalista!

Ci avevano sperato in molti in una gestione comunale con un occhio di riguardo verso l’ambiente (inteso come bene Natura), ma la nuova amministrazione di Cairo Montenotte guidata dal Sindaco Briano sta sempre più deludendo tanti che l’hanno votata.
Si è iniziato con l’autorizzazione degli impianti eolici di Montenotte (che saranno anche “ecologici” solo perché producono energia da fonte rinnovabile - il vento - ma che hanno fatto scempio di quelle colline e dei loro panorami), per passare all’abrogazione delle due Aree Wilderness comunali che di fatto ampliavano la Riserva Regionale dell’Adelasia (così da poter dare il territorio di proprietà comunale in pasto allo sfruttamento forestale), per poi autorizzare un progetto di “resort a 4 stelle” nel cuore della Riserva e del SIC omonima (un resort che nulla c’entra con la ruralità dei luoghi che hanno sempre caratterizzato la valle del Ferranietta), per finire infine, contraddittoriamente, col proporre alla Regione Liguria un Parco sulla piana di Rocchetta. In pratica, si sono svincolati i terreni del Comune del Bric delle Rocche, ma si punta a far vincolare i terreni privati di Rocchetta! Un luogo che, peraltro, piuttosto che con un Parco Regionale potrebbe essere protetto con un’Area Wilderness comunale che ne tuteli il vero valore (che non è la presenza di specie ornitologiche, oggi di estrema banalità e che già sono protette con un divieto di caccia) ma l’aspetto scenografico e selvaggio dei calanchi e del tratto di fiume Bormida che li bordeggia, unito all’integra (dal punto di vista urbanistico) piana agricola. In altre parole, per vincolare questo sito e rispettare le volontà dell’Unione Europea (perché la piana di Rocchetta è un SIC) basterebbe molto meno del richiesto vincolo regionale. E desta meraviglia che il Parco lo richieda un Comune che proprio lo scorso hanno ha svincolato i propri terreni del Bric delle Rocche, mentre ora si premura di richiedere vincoli ben più severi per quelli privati di Rocchetta! Perché? Semplice, non si punta alla tutela del bene Natura di quella località, ma ai soldi pubblici per la loro gestione (quando in questi casi la miglior gestione è la non gestione, ovvero il lasciare stare le cose come sono: non costa nulla e chi ne godrebbe sarebbe sì, la Natura). Il solito modo di procedere dei nostri politici, siano essi sindaci, consiglieri e assessori comunali e su fino al potere provinciale, regionale e poi nazionale. Poi ci meravigliamo dei tanti fatti poco limpidi legati alla politica di cui quasi quotidianamente ci parlano i giornali, da nord a sud, da destra a sinistra!
In ogni modo, ben venga un Parco a tutelare questo luogo, se proprio il Comune ritiene di sobbarcarsi la responsabilità dei vincoli di fronte ai cittadini ed ai proprietari dei suoli che li subiranno; non saremmo certo noi ad opporvisi. Ma si mantenga almeno un minimo di coerenza, facendo sì che anche l’area dell’Adelasia ed i terreni comunali del Bric delle Rocche godano di vincoli urbanistici e ambientali seri. Altrimenti diverrà sempre più evidente la contraddittoria schizofrenia di un’amministrazione di sinistra che in quanto tale si è sempre affibbiata un’etichetta ambientalista che è solo sulla carta!

Data pubbl.: 
15/07/2013
 
 
 
 
ORGANIGRAMMA ATTI ADESIONE AREE WILDERNESS WILDERNESS Community Settore Giovanile Documenti
  Notizie AIW FORUM NEWS! E-Mail I Nostri Video Per un'idea di Wilderness Edizioni AIW
 
 
Torna all' Home Page
Contatta Wilderness E-mail

Pagina Ufficiale Wilderness Italia