Oggetto: 
UNA BRUTTA NOTIZIA DALLA VAL BORMIDA 

Abrogate le due Aree Wilderness di Cairo Montenotte (Savona)!
La nuova amministrazione del Comune di Cairo Montenotte, ancorché guidata dallo stesso Sindaco della precedente, per ragioni di gestione forestale ha ritenuto di abrogare le due Aree Wilderness designate solo pochi anni or sono: Bric delle Rocche-Manchetto e Rio di Toni-Mon Pe, rispettivamente di 76,4 e 27,2 ettari. Una scelta improvvida che si sarebbe anche potuta evitare se fosse stato ricercato un confronto, considerata la possibilità che la gestione forestale possa mantenersi anche nell’ambito di un’Area Wilderness; ma che forse interessi economici non ben dichiarati l’hanno sconsigliato, spingendo la nuova amministrazione al passo indietro, con una scelta che ha preso a calci l’interesse ecologico e culturale per un mero interesse commerciale.
In realtà questa brutta notizia era già nell’aria da tempo, e per la semplice ragione che fin dall’inizio le due Aree Wilderness non era mai state entusiasticamente accettate dal Sindaco, ma in parte anche dal mondo della caccia, sempre timoroso di vedersi vietare l’attività, benché l’AIW abbia sempre dato tutte le garanzie del caso.

Lo scorso 28 settembre La Stampa ha riportato la notizia dell’avvenuta abrogazione delle due Aree Wilderness comunali che la precedente amministrazione di Cairo Montenotte, guidata però dallo stesso Sindaco Briano, aveva designato nel 2008. A fianco dello stesso articolo un altro articolo esaltava la lotta del Comune all’antenna TV selvaggia per finalità estetiche ed ambientali. L’Assessore all’Ambiente vi dichiara: “una città che punta su un miglioramento continuo della qualità della vita, dell’ambiente e del paesaggio, deve necessariamente dotarsi di norme dalle maglie più strette”. Appunto. Diciamo noi, le Aree Wilderness rappresentavano proprio la qualità dell’ambiente e del paesaggio. L’amministrazione comunale ipocriticamente le ha invece abrogate, per una scelta meramente economico-capitalistica a scapito della cultura che le Aree Wilderness rappresentavano e che tanti altri Comuni italiani hanno fatto propria!
La scrivente Associazione protesta ma non si oppone a tale scelta, perché le Aree Wilderness sono ispirate ad un concetto di alta democrazia liberale e quindi, se il Comune ha ritenuto di abrogarle, ne prendiamo atto, semplicemente elimina il Comune di Cairo Montenotte da tutti gli elenchi in cui era stato inserito e diffuso, anche a livello mondiale.
Peraltro, sentiamo il dovere di far presente che per le finalità che hanno spinto l’amministrazione ad abrogare le Aree Wilderness, non c’era alcun bisogno di farlo, perché le Aree Wilderness fondamentalmente sono una tutela da opere antropiche (strade e caseggiati vari), ma non vietano il prelievo della risorse naturali rinnovali, quale è il bosco o la caccia. Solo una parte delle due Aree Wilderness era stata vincolata con una rinuncia allo sfruttamento forestale, ma per scopi scientifici e di biodiversità. Tutt’al più si poteva abrogare questo vincolo, per poter operare gli interventi forestali che qualcuno ritiene siano necessari per favore una specie, il castagno, che peraltro è destinata ad estinguersi per ragioni naturali. Abrogando invece le Aree Wilderness si è semplicemente andati oltre la necessità avanzata, evidenziando, quindi, una volontà antiambientalista e anti-culturale che non fa onore al Comune di Cairo Montenotte. Forse un contatto con la scrivente e, a suo tempo, proponente Associazione sarebbe stato corretto, prima di provvedere ad un’abrogazione di cui forse non c’era alcun bisogno.
La tutela dell’ambiente e del paesaggio ed il rispetto della cultura di un paese come Cairo (con un bilancio annuale che è certamente ben oltre i 10 milioni di euro!) non si ottiene sfruttando miseri 103 ettari di boschi comunali che la precedente amministrazione aveva tutelato proprio per questi fini (disponendo di ben altri 160 ettari privi di tutela!). A meno che non vi siano altri interessi da soddisfare (evidentemente economici) di cui noi non siamo a conoscenza.

Data pubbl.: 
15/01/2013
 
 
 
 
ORGANIGRAMMA ATTI ADESIONE AREE WILDERNESS WILDERNESS Community Settore Giovanile Documenti
  Notizie AIW FORUM NEWS! E-Mail I Nostri Video Per un'idea di Wilderness Edizioni AIW
 
 
Torna all' Home Page
Contatta Wilderness E-mail

Pagina Ufficiale Wilderness Italia